Quali acrobazie si possono fare sul trampolino elastico – gli esercizi per i principianti e gli adulti

Come effettuare le acrobazie sul trampolino

Saltare sul trampolino elastico è sia un divertimento piacevole sia un metodo per allenare il fisico e la coordinazione. Qualsiasi persona non disabile è in grado di imparare ad effettuare le acrobazie sul telo da salto anche se non possiede delle particolari capacità acrobatiche. Però non si deve mai dimenticare che gli esercizi sul trampolino elastico sono un lavoro di gruppo, quindi l’istruttore va sempre ascoltato. In questo caso l’allenamento vi farà provare delle nuove emozioni positive, apporterà i benefici alla salute e l’orgoglio di se stessi.

Che cosa può fare un principiante 

La prima tappa obbligatoria per qualsiasi saltatore principiante è imparare la tecnica di sicurezza. Per evitare gli infortuni le acrobazie e gli esercizi vanno realizzati solamente sotto la supervisione dell’istruttore. Il trampolino elastico è uno sport estremo, qualunque movimento errato può finire male con una frattura della colonna vertebrale o altri traumi. Bisogna indossare un abbigliamento comodo ed avere le tasche vuote. Le scarpe vanno lasciate al di fuori del telo da salto.

Il compito più facile per i principianti — lo spostamento.

  • Attraversate il telo elastico effettuando dei piccoli salti.
  • Tenete le gambe insieme piegando leggermente le ginocchia.
  • Atterrate sempre su tutti e due i piedi, le gambe devono rimanere tese tutto il tempo, non le rilassate.

Un salto verticale

Viene realizzato nel centro del telo da salto. Un esercizio di base che può facilmente compiere anche un bambino.

  • Il corpo deve essere completamente dritto, dopo la spinta raddrizzate le ginocchia. Tenete le gambe insieme l’una all’altra. 
  • Dopo aver saltato in aria alzate le braccia e raddrizzatele. Dopo l’atterraggio abbassatele.
  • Nel completare il salto piegate leggermente le ginocchia per attenuare la sollecitazione sulla colonna vertebrale e sulle ginocchia.Quel è il modo corretto per saltare ed evitare i dolori alla schiena

Atterraggio sulla pancia 

Esistono le varianti diverse di questo esercizio di vari livelli di difficoltà. Si usa sia per completare il salto sia come uno degli elementi delle acrobazie complicate:

  1. Mettetevi a quattro zampe e saltate un po’. Mentre in aria, raddrizzate le braccia lungo il viso e contemporaneamente raddrizzate le gambe. Atterrate sulla pancia.
  2. Stando in piedi mettetevi i palmi delle mani sulle ginocchia, la schiena deve essere curv Saltate sullo stesso posto piegando leggermente le ginocchia. Mentre in aria raddrizzate contemporaneamente le braccia davanti e le gambe lungo il telo da salto.
  3. La variante più difficile dalla posizione iniziale in piedi. Mentre in aria mettetevi a quattro zampe e solo dopo questo dovete raddrizzare gli arti ed atterrare sulla pancia.

Atterraggio sulla panciaLa regola più importante è atterrando tenere la testa un po’ su per evitare di sbattere il viso contro il telo elastico.

Atterraggio sulla schiena

Questo esercizio insegna come cadere in modo corretto.

SedViene effettuato nel modo seguente:

  • Cercate di completare il salto nello stesso posto da dove l’avete iniziato.
  • Dopo aver raddrizzato il corpo orizzontalmente in aria, spostate il peso verso la zona sotto le scapole.
  • Incrociate le braccia al petto, stringetele forte al corpo per non traumatizzare. 
  • Atterrando sulla schiena dovete sollevare le gambe al di sopra del livello della testa.
  • Per alzarvi in piedi mentre in aria spingete la parte alta del corpo in Per questo scopo dovete tenere le gambe al di sopra l’altezza della testa. Spingetevi verso su e davanti con i piedi, allora il corpo si raddrizzerà per inerzia.

Un salto piegando il corpo

Un salto piegando il corpoQuesto elemento si usa spesso come un componente delle acrobazie più complicate. Per realizzarlo in modo giusto:

  • Tutti i gruppi dei muscoli sono in azione, tenete la schiena dritta. 
  • Rimbalzate un po’ sul telo, effettuate un piccolo salto.
  • Mentre in aria, sollevate le gambe parallelamente al telo fino ad ottenere l’angolo di 90 gradi rispetto al corpo, contemporaneamente cercate di toccare le cosce con il petto, allungate le braccia lungo il viso.
  • In volo tenete le gambe chiuse dritte, non le piegate.
  • Atterrando raddrizzate le gambe e contemporaneamente leggermente piegate le ginocchia prima di toccare il telo da salto, atterrate sul piede intero.

La rotazione a 180 gradi

I principianti possono compiere questo esercizio in due modi:

  1. Aprite le gambe alla larghezza delle spalle, rimbalzate sul telo. Iniziate con le spalle per dare inerzia al corpo e giratevi a 180 gradi in aria tenendo le braccia dritte lungo il corpo. Atterrate su tutto il Effettuate l’esercizio tenendo la schiena assolutamente dritta, qualsiasi distorsione cambia la direzione del movimento in aria.
  2. Rimbalzate e nel momento in cui iniziate la rotazione alzate le braccia su. Sia la rotazione che l’atterraggio vengono effettuati con le mani alzate.

La mossa “Culla”

CullaUn esercizio difficile che richiede preparazione ed allenamento:

  • Cambiate gradualmente la posizione “salto sulla schiena” nella posizione “seduto in aria”.
  • Le braccia e le gambe rimangono sempre parallelamente dritte.
  • Uscendo dalla posizione “seduto in aria” raddrizzate il corpo facendo “aeroplano” (il corpo parallelo al telo, le gambe dritte, le braccia su lungo il viso).
  • Uscendo dall’”aeroplano” giratevi a 180 gradi ed atterrate sulla schiena.

La mossa “Cody”

CodyQuesto elemento fa parte dei trucchi acrobatici complicati. Qui si tratta di saltare, atterrare sulla pancia o sulla schiena, darsi la spinta con il proprio corpo senza usare le mani ed alzarsi in piedi. Viene effettuato insieme alle rotazioni ed al salto mortale. I principianti lo devono effettuare senza altri elementi difficili, in quanto innanzitutto bisogna imparare a tenere dritto il lombo, non piegarsi durante il salto e non aiutarsi con le mani.

La mossa “Barani”

Richiede una buona preparazione fisica:

  • Rimbalzate sul trampolino elastico, per stare più comodo sollevate le braccia dritte, tenete le gambe dritte.
  • Mentre in aria effettuate un salto in avanti, datevi la spinta con tutto il corpo, anziché solo con la testa.
  • Raddrizzatevi ed atterrate con le gambe dritte sul piede intero. Le braccia devono rimanere sempre dritte alzate.

BaraniQuesto esercizio impiega tutti i gruppi dei muscoli, la sollecitazione più forte si distribuisce sulla parte alta del corpo. Imparate ad atterrare raggruppando il corpo per evitare di ottenere qualche danno. Il compito dell’istruttore è controllare le mosse ed a volte partecipare nell’esercizio (aiutare a completare il salto) affinché il saltatore non si rompa la schiena atterrando.

Atterraggio sulle mani

È consentito farlo soltanto se avete forza nelle mani sufficiente per supportare il peso del corpo:

  • Rimbalzate all’in piedi e alzate le mani.
  • Mentre in aria giratevi il corpo nella posizione con la testa in giù ed atterrate sulle mani. 
  • La parte più importante è mantenere l’equilibrio e raddrizzarsi in aria perpendicolarmente al telo da salto.
  • Le gambe e le braccia devono rimanere dritte, atterrate sui palmi interi delle mani.
  • Potete rimbalzare un paio di volte sempre sulle mani, dopo di che tornate nella vostra posizione iniziale. 

Si deve ricordare sempre che il trampolino elastico è un tipo di sport estremo anziché solamente un divertimento. Non provate i trucchi acrobatici complicati senza aver perfezionato i componenti che ne fanno parte. State attenti pure al vostro benessere, se sentite anche un piccolo dolore alla schiena o ai muscoli, fermatevi per chiedere all’istruttore e al medico una causa eventuale delle vostre sensazioni sgradevoli.

Autore dell'articolo
Francesco Romano
Ciao a tutti! Da quando ho 24 anni lavoro come direttore del negozio di trampolini. Amo il mio lavoro perché i salti sul trampolino regalano tanta gioia e sollevano l’umore alle persone. Vorrei condividere la mia esperienza e conoscenza con tutti, ecco perchè ho creato questo sito. Se avete delle domande non esitate a chiedere nei commenti, e vi risponderò!