Il trampolino elastico come una disciplina sportiva – elementi e gare

Il trampolino elastico come una disciplina sportiva

Il trampolino elastico è diventato uno sport olimpico che regala emozioni positive sia ai partecipanti che agli spettatori. Alle gare partecipano i ginnasti di entrambi i sessi e delle varie fasce di età. Essendo poco conosciuto nel passato, adesso il trampolino elastico si sta sviluppando attivamente, acquistando popolarità tra bambini e giovani.

Quali tipi di gare si svolgono

Per il trampolino elastico sono riconosciute diverse tipologie di gare:

  1. Locali. Le gare vengono organizzate da centri e scuole specializzati.
  2. Campionato europeo. Le gare di alto livello si svolgono una volta ogni due anni. Le prossime sono previste nel 2020.
  3. Campionato mondiale. Un’importante competizione internazionale a cui partecipano atleti annualmente se l’evento non coincide con le Olimpiadi.

I migliori ginnasti ottengono la possibilità di partecipare all’evento sportivo a livello mondiale — I Giochi Olimpici.

I salti sul trampolino come una disciplina olimpica

Nel programma dei Giochi olimpici, il trampolino è relativamente recente: è apparso meno di 20 anni fa e include 4 discipline obbligatorie:

  • individuale;
  • acrobazie;
  • sincronizzato;
  • doppio minitrampolino.

In base ai punti ottenuti, viene individuato un campione nelle gare individuali e quelle a squadre.

Trampolino individuale

Durante il programma individuale, il ginnasta effettua 10 elementi obbligatori in qualunque ordine. Le condizioni fondamentali sono la combinazione di elementi acrobatici con salti alti e coordinazione perfetta. I salti semplici verticali sono vietati.

Acrobazie

Nota anche come Power Tumbling, questa disciplina acrobatica dura pochi secondi durante i quali il ginnasta dimostra alla giuria e agli spettatori i movimenti veloci (in totale almeno 8). Tutti gli elementi vengono eseguiti in modo continuo.

Trampolino sincronizzato

Gli esercizi vengono eseguiti da una coppia di atleti dello stesso sesso. Il requisito principale della disciplina sta nell’esecuzione simultanea e identica di tutti i movimenti i salti. È prevista la dimostrazione di elementi obbligatori e arbitrari.

Minitrampolino doppio

È una disciplina individuale che prevede un salto sul trampolino, la dimostrazione di un elemento e l’atterraggio sul tappetino. La giuria valuta in particolare la tecnica di esecuzione dell’esercizio, la complessità e l’altezza del salto.

Storia

Il prototipo del trampolino contemporaneo fu utilizzato da eschimesi che saltarono per divertimento sulle pelli animali tirate.

Verso la metà del XIX secolo l’intrattenimento arrivò in Europa e fu  utilizzato presso il circo. All’inizio l’attrezzatura per saltare assomigliava a un letto e veniva utilizzata per effettuare il salto mortale e altri trucchi da circo.

Negli anni 30 del XX secolo George Nissen, un acrobata americano, inventò il primo vero trampolino. Lo strumento rappresentava una specie di telaio attaccato a una struttura in metallo.George Nissen

In seguito il trampolino veniva utilizzato in vari settori. Gli americani lo inclusero ai programmi di training alla NASA. In Francia lo utilizzavano i piloti per ottenere un maggiore orientamento spaziale. 

Negli anni 60’ il trampolino divenne una vera disciplina sportiva diffusa principalmente in Inghilterra. In questo periodo il trampolino acquistò popolarità anche nell’URSS.

Nel 1964 venne fondata la Federazione Internazionale di Ginnastica. Il trampolino elastico fu introdotto ai Giochi olimpici come disciplina autonoma a partire dal 2000.

Come allenare i bambini

Gli esercizi sul trampolino aiutano a migliorare l’apparato vestibolare, contribuiscono alla coordinazione e alla velocità di reazione, ossigenano l’organismo. Grazie agli allenamenti regolari, il bambino può non solo costruire un fisico tonico e definito, ma anche scaricare le proprie emozioni e ottenere risultati migliori a scuola. 

I piccoli possono iniziare a saltare sul trampolino già all’età di 1,5-2 anni. A questa età è possibile acquistare un’attrezzatura e utilizzarla a casa o in giardino. In assenza di controindicazioni, tra cui l’asma, le gravi malattie cardiovascolari, il diabete mellito, all’età di 7-9 anni è consentito procedere con allenamenti sistematici. In questo periodo i bambini hanno già l’apparato muscolo-scheletrico sviluppato in grado di sopportare i carichi di allenamento.

Gli allenamenti sul trampolino presso un centro sportivo devono essere svolti sotto la diretta sorveglianza di un allenatore che possiede le conoscenze per selezionare correttamente il carico, che può aiutare i bambini a superare le loro paure e prevenire le eventuali cadute. Conviene iniziare con calma. La cosa migliore è quando il bambino ha già qualche esperienza acrobatica iniziale. In questo caso per lui sarà più facile sopportare gli allenamenti.

All’inizio i bambini imparano gli elementi di base e le regole di utilizzo dell’attrezzo. Ogni allenamento deve essere preceduto da un riscaldamento per evitare lesioni e infortuni.

Poi i piccoli atleti studiano i semplici elementi acrobatici:

  • capriole;
  • la “ruota”;
  • verticale in appoggio sulle mani e la “candela”.

Solo allora iniziano i trucchi sul trampolino tra cui il salto mortale, gli elementi con rotazioni e avvitamenti. 

Gli allenamenti quotidiani sono davvero essenziali per ottenere successo. Per mantenere le capacità acquisite, bisogna evitare le pause lunghe tra gli allenamenti. 

Attrezzatura

L’abbigliamento giusto svolge un ruolo importantissimo nella ginnastica sul trampolino. I vestiti devono essere comodi, per concedere maggiore libertà di movimento, altrimenti, sarà difficile effettuare i salti correttamente.Attrezzatura

L’abbigliamento non deve avere i ganci che potrebbero aggrapparsi ai dettagli del trampolino. È necessario togliere gli oggetti duri o qualsiasi cose taglienti dalle tasche. Sono assolutamente vietati orologi e gioielli.

Per le gare professionali i requisiti sono ancora più severi:

  • gli uomini e ragazzi devono portare le canottiere e i pantaloni ginnici oppure pantaloncini (di qualsiasi colore, tranne nero);
  • le donne e bambine indossano i costumi o le tute aderenti sportivi.

Non è consentito coprire la testa o il viso. I capelli lunghi non vengono lasciati sciolti. Bisogna acconciare i capelli della bambina in modo accurato prima dell’allenamento sul trampolino.

È vietato portare le scarpe da jogging o saltare scalzi. Bisogna portare le scarpe da ginnastica, i calzini o la calzatura apposita.

Secondo il regolamento ufficiale, i ginnasti della stessa squadra devono avere l’abbigliamento uguale decorato con il simbolo della regione o del club rappresentato. 

Campioni e atleti famosi

È curioso che il primo campione olimpico nel trampolino individuale maschile è stato Aleksandr Moskalenko, un ginnasta russo nato in Krasnodar. Diventa cinque volte il campione mondiale nel trampolino e possiede il maggior numero di medaglie d’oro.

Anche a Irina Karavaeva viene assegnata una medaglia d’oro ai Giochi olimpici a Sydney. In seguito, la ginnasta ottiene numerose vittorie alle Coppe del Mondo.

Successivamente i ginnasti da paesi CSI hanno continuato ad ottenere i punteggi migliori. Nel 2004 Jurij Nikitin, un giovane ginnasta ucraino è riuscito a superare Aleksandr Moskalenko di 0,2 punti e vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi. Nel 2018 la squadra nazionale russa ha vinto 34 medaglie (tra cui 10 medaglie d’oro e 10 d’argento).

I parametri di sicurezza dei trampolini elastici e degli spazi per gare

Trampolini professionaliL’attrezzatura per salti deve avere le seguenti caratteristiche:

  1. Resistenza, l’attrezzo deve essere adatto per carichi significativi (trampolini per bambini — fino a 70 kg, per adulti — fino a 120 kg, professionali — fino a 150 kg).
  2. Il trampolino deve essere costituito da materiali non tossici, sicuri per il corpo umano.
  3. L’attrezzo deve essere resistente ai tagli, danni meccanici e raggi UV.
  4. Il trampolino deve contribuire a rafforzare i muscoli, allenare l’apparato vestibolare, migliorare la resistenza.

Gli attrezzi per bambini di solito includono la rete di recinzione che impedisce la caduta dal trampolino e riduce la possibilità di lesioni.

Nei locali con trampolini di piccole dimensioni destinati ai bambini, l’altezza dei soffitti deve essere almeno 5 metri. Gli attrezzi professionali vengono posizionati nei locali con l’altezza dei soffitti di almeno 8 metri.

Gli allenamenti e le gare vengono svolti in presenza di 4 assistenti esperti che si trovano su tutti i lati del trampolino. Lungo il perimetro intorno all’attrezzatura vengono posizionati i tappeti per ginnastica.

L’attività sul trampolino elastico piace a tutti e diventa sempre più popolare. Questa disciplina sportiva viene considerata universale e aiuta a mantenersi in forma, sani e attivi a qualsiasi età.

Autore dell'articolo
Francesco Romano
Ciao a tutti! Da quando ho 24 anni lavoro come direttore del negozio di trampolini. Amo il mio lavoro perché i salti sul trampolino regalano tanta gioia e sollevano l’umore alle persone. Vorrei condividere la mia esperienza e conoscenza con tutti, ecco perchè ho creato questo sito. Se avete delle domande non esitate a chiedere nei commenti, e vi risponderò!