Ginnastica acrobatica sul trampolino elastico per bambini e adulti – che cos’è e come allenarsi

Ginnastica sul trampolino

La ginnastica sul trampolino elastico è uno sport incluso nel programma dei giochi olimpici. Rappresenta le capriole orizzontali e verticali eseguite in aria. A differenza dei salti semplici sul trampolino questo sport richiede un allenamento serio e tanti anni di preparazione professionale. Bisogna iniziare ad allenarsi già fin da piccoli per abituare il corpo alle sollecitazioni importanti.

Differenze tra le acrobazie ed i salti semplici

Il trampolino elastico è un gioco che serve per far divertire le persone. Saltare sul trampolino non richiede alcuna capacità particolare. Lo possono fare sia adulti che bambini di qualunque livello di preparazione fisica. Un istruttore spiega la tecnica dell’esecuzione dei salti e sta attento alla sicurezza sui trampolini.

I salti vengono effettuati sui trampolini di varie dimensioni e strutture. La scelta del tipo dell’attrezzo è dovuta al livello di difficoltà delle acrobazie e all’altezza dell’atleta. La regola principale obbliga ad allenarsi su un telo da salto uno solo atleta.Ginnastica sul trampolino

La ginnastica acrobatica utilizza tre attrezzi sportivi:

  • trampolino elastico 520 x 305 cm (telo da salto 426 x 213 cm);
  • pista tumbling 25 m;
  • doppio mini trampolino 350 x 190 cm (rete elastica 292 x 92 cm).

Ogni attrezzo richiede una sequenza particolare delle determinate acrobazie. Le dimensioni degli attrezzi e le costruzioni aggiuntive non si possono modificare secondo il desiderio dell’atleta.

Una parte degli esercizi include tre tappe: prendere la rincorsa – effettuare delle acrobazie sul trampolino – atterrare sui tappeti protettivi. I salti semplici vengono realizzati solamente sul telo da salto, non occorre alcun altro attrezzo.

Nelle gare sportive di ginnastica ogni atleta ha un determinato tempo per effettuare gli elementi, di solito un paio di secondi. I salti semplici vanno realizzati nel tempo necessario a seconda delle capacità sportive dell’atleta e della tecnica di sicurezza.

Elementi

Le esibizioni complicate degli atleti includono vari elementi. È un numero di determinate posizioni e mosse che hanno una sequenza particolare. Il programma delle Olimpiadi comprende gli elementi sia obbligatori che liberi accettabili in alcuni tipi di esercizi.

Tutti gli elementi si dividono in tre tappe:

  1. Rincorsa,
  2. Rotazione,
  3. Arrivo.

Durante i campionati i giudici calcolano il punteggio per ciascuna tappa. Gli atleti principianti lavorano sulle rotazioni e atterraggi a parte. Gli elementi principali della ginnastica sono:

  • Salto avanti – una capriola in aria con le gambe aderenti al torace e ginocchia piegate. L’arrivo viene eseguito con le gambe dritte.
  • Salto indietro – una capriola all’indietro rispettando le stesse regole del salto avanti.
  • Salto carpiato all’indietro – una rotazione con il corpo piegato su se stesso con le gambe tese. È un elemento complicato che richiede un livello alto di stretching.
  • Capovolta saltata – una rotazione del corpo nel volo, non si usa come un elemento per sé.
  • Salto teso avanti – una capovolta in aria a corpo teso. Richiede una preparazione fisica importante.
  • Salto teso indietro – una capovolta indietro a corpo teso. Si usa di solito per concludere l’esibizione.
  • Flic-flac avanti – un salto mortale che parte da due piedi uniti.
  • Avvitamenti – i giri in aria a destra o a sinistra con tanta velocità.
  • Pre-salto – un elemento che si usa nella rincorsa.

Gli atleti di qualunque livello di preparazione fisica devono essere capaci di realizzare la maggior parte di questi elementi. L’esibizione comprende le combinazioni di vari tipi di salti.

Quali esercizi di allenamento esistono

Tutti gli esercizi si dividono in 4 tipi dei salti:

  1. Individuali,
  2. Sincronizzati,
  3. Tumbling,
  4. Sul doppio mini trampolino.

Gli esercizi individuali si dividono in 2 gruppi: requisiti speciali ed elementi liberi. I requisiti speciali includono 10 elementi, tra i quali salti e rotazioni senza pausa. I salti semplici sulle gambe dritte che interrompono l’esercizio sono vietati. I giudici valutano l’esercizio a base dei criteri seguenti:

  • la tecnica di esecuzione;
  • la tecnica degli elementi orizzontali;
  • la durata del volo;
  • il livello di difficoltà dei 4 elementi presenti solamente nei requisiti speciali.

L’esercizio libero viene valutato in maniera più esigente: ciascuno dei 10 elementi ottiene un punteggio in base alla sua difficoltà. Gli altri criteri sono uguali a quelli dei requisiti speciali. Un’altra caratteristica molto importante riguarda l’altezza dei salti che non deve diminuire in corso dell’esibizione.

Gli esercizi sulla pista tumbling si dividono in 3 tappe dalla rincorsa fino all’arrivo sul materasso morbido. Un esercizio include 8 elementi, il tempo di esibizione è ristretto a 6 secondi. Tutte le capovolte vengono realizzate ad una velocità molto alta senza poter interromperle per i salti semplici.

Una delle discipline più complicate della ginnastica acrobatica è la gara di sincronizzato. Una coppia dei ginnasti o delle ginnaste esegue una sequenza di elementi dei requisiti speciali o liberi. I giudici devono valutare anche il sincronismo dei movimenti; non è consentito anticipare il partner per più di mezza mossa.

I salti sul doppio mini trampolino rappresentano piuttosto gli elementi della ginnastica acrobatica anziché di trampolino elastico. Il compito dell’atleta è prendere la rincorsa, saltare sul trampolino, effettuare delle capovolte in aria ed atterrare sul materasso mediante un altro elemento rotante. Tali esercizi richiedono una grande preparazione fisica, gli atleti principianti non ne sono capaci.

La ginnastica acrobatica differisce da quella ritmica per la velocità di esibizione. I fattori importanti sono: il dinamismo, la coordinazione, la precisione in ogni movimento e la capacità di mantenere la posa in aria senza appoggio. E poi le discipline acrobatiche non utilizzano gli attrezzi, quali il cerchio, palla, nastro e altri.

Limiti di età e criteri per la salute degli atleti

Si deve iniziare la ginnastica acrobatica fin dall’età piccola. Già a partire da 2 anni i bambini possono fare la propedeutica. Grazie a questo:

  • si allena l’apparato vestibolare;
  • si sviluppa la coordinazione;
  • si impara ad interagire con le superfici intorno;
  • si fa lo stretching indispensabile per lo sviluppo sano e regolare;
  • si formano uno scheletro e i muscoli forti.

Si deve iniziare a fare la ginnastica acrobatica prima dei 12 anni quando finisce la formazione dello scheletro. Invece, se il bambino prima ha fatto la ginnastica ritmica o pattinaggio artistico, è possibile fare successo in acrobatica anche all’età più grande.

Senza una determinata preparazione fisica e flessibilità professionale del corpo è inutile provare ad iniziare la carriera dell’acrobata dopo 20 anni. Tuttavia non si deve dimenticare dei salti semplici sul trampolino elastico. Questi esercizi non pongono dei limiti d’età e si possono ottenere degli ottimi risultati grazie ad un allenamento frequente.

L’allenamento sul trampolino aiuta il corpo a sviluppare la capacità di sopportare grande carico. Spesso accade che il corpo diventa gradualmente più forte senza nemmeno che l’acrobata principiante se ne renda conto. Tuttavia esistono delle restrizioni per le persone con i particolari disturbi salutari, quali:

  • le malattie dell’apparato locomotorio che prevedono il divieto per un carico eccessivo sulle gambe;
  • le forme gravi delle malattie cardiovascolari;
  • asma;
  • i disturbi cronici nelle vertebre cervicali e tutta la colonna vertebrale;
  • apparato vestibolare debole;
  • diabete mellito;
  • malattie oncologiche;
  • ipertensione.

Solamente un medico sportivo può consentire l’accesso all’allenamento professionale in ginnastica acrobatica. Si devono fare le analisi del sangue ed ecografia del cuore e cervello per assicurarsi che tale sollecitazione sia innocua  per il proprio organismo. Si deve ricordare sempre che le rotazioni in aria sono pericolose dal punto di vista dei traumi per gli atleti poco preparati. Se le ossa sono deboli oppure la loro riparazione impiega tanto tempo, o se la soglia del dolore è bassa, sarà meglio optare per un altro sport.

Competizioni internazionali

Dall’anno 2000 il trampolino elastico è riconosciuto come una disciplina dei giochi olimpici estivi. I ginnasti maschi e femmine eseguono i salti individuali.

Nel 1964 venne fondata la Federazione Internazionale del trampolino elastico. Da quel momento hanno iniziato ad organizzare regolarmente le gare del trampolino elastico. Oggi il campionato del mondo sul trampolino elastico viene tenuto annualmente tranne l’anno delle Olimpiadi estive. Ogni anno pari viene tenuto il campionato d’Europa.

Competizioni internazionaliAffinché potessero riconoscere il trampolino una disciplina olimpica l’hanno dovuto includere nella Federazione Internazionale Ginnastica. Per cui il trampolino elastico come uno sport professionale riferisce sia all’acrobatica sia alla ginnastica.

La ginnastica acrobatica è uno sport complicato e pericoloso. Tuttavia questo sport permette di sviluppare l’apparato vestibolare e la muscolatura apportando tanti benefici alla salute. Le persone che se ne occupano poi possono provare qualsiasi altro sport. Le capacità fisiche che si ottengono sul trampolino elastico saranno sufficienti per iniziare facilmente qualunque disciplina sportiva.

Autore dell'articolo
Francesco Romano
Ciao a tutti! Da quando ho 24 anni lavoro come direttore del negozio di trampolini. Amo il mio lavoro perché i salti sul trampolino regalano tanta gioia e sollevano l’umore alle persone. Vorrei condividere la mia esperienza e conoscenza con tutti, ecco perchè ho creato questo sito. Se avete delle domande non esitate a chiedere nei commenti, e vi risponderò!