I traumi sui trampolini elastici – quali infortuni possono succedere ai bambini ed agli adulti

Traumi sul trampolino elastico

I traumi sul trampolino elastico li possono ottenere sia gli adulti che i bambini. Quali sono gli infortuni che possono succedere durante i salti? Quanto spesso succede e che cosa fare. Adesso ne parliamo più in dettaglio.

Quanto spesso succede

Secondo la statistica americana dal 2014 la quantità degli incidenti sui trampolini elastici si è ridotta, però ce ne stanno ancora. Nel 2009 si sono fatte male 98 mila persone, tra cui 3100 sono finite in ospedale. I bambini soffrono più spesso gli infortuni rispetto agli adulti. Più del 60% ha avuto i traumi seri alle mani, polsi, avambracci. Nell’altro 40% si tratta delle distorsioni leggere alle caviglie, tibie, peroni, colonna vertebrale, coste e testa.

Gli infortuni accadono a causa degli atterraggi malriusciti, capriole, scontri con gli oggetti o persone, contatto delle parti del corpo con i pezzi acuti della costruzione (come ad esempio, una molla o telaio rotti).

Traumi sul trampolino nei bambini

I bambini dell’età dai 5 ai 10 anni possono riportare varie piccole lesioni, però gli adolescenti dai 16 anni in su già ne avranno più serie. Questo fenomeno è dovuto al fatto che gli adolescenti iniziano a mettersi a rischio coscientemente realizzando i trucchi acrobatici senza saperli fare. Di conseguenza si ottengono le fratture della colonna vertebrale, collo, polsi e caviglie. E poi iniziano gli interventi complicati, immobilità e lungo periodo di riabilitazione in ospedale.

I bambini si rompono gli arti a causa di un atterraggio errato, caduta al di fuori del telo da salto, capriole, atterraggio sul telaio e scontro con un altro bambino. Le parti del corpo che si traumatizzano più spesso sono le seguenti.

Schiena

Schiena bambiniLe distorsioni, contusioni ed altre lesioni serie delle articolazioni e delle ossa della schiena sono dovute alla esecuzione sbagliata delle capriole, salto mortale indietro e cadute dal trampolino a terra se non è munito di una protezione. Se il bambino non riesce ad alzarsi da solo dopo esser atterrato sulla colonna vertebrale, occorre prendere i provvedimenti seguenti:

  1. Chiamare 118.
  2. Fissare gli arti per garantire la loro immobilità senza cambiare la posizione della testa, gambe e braccia.
  3. Non spostare l’infortunato in un altro posto per evitare di danneggiare i visceri.
  4. Se il bambino inizia a vomitare, metterlo sul fianco.
  5. Garantire l’accesso libero di aria, se non respira, effettuare la respirazione artificiale.
  6. Se esce sangue, disinfettare la ferita e mettere una benda.

Dopo di che bisogna aspettare l’ambulanza ed accompagnare il bambino in ospedale per le ulteriori cure. Attenzione! Qualunque movimento sbagliato potrebbe avere delle conseguenze gravissime.

Visceri

Visceri bambiniÈ possibile danneggiare gli organi interni a causa di una caduta libera sbattendo il viso o la schiena a terra, su oggetti acuti oppure sulle superfici dure in ferro. I traumi degli organi possono essere chiusi o esposti. Se si tratta di una frattura chiusa, o distorsione o spostamento delle articolazioni del torace o dell’addome, come nella situazione precedente, occorre prendere immediatamente i provvedimenti: chiamare l’ambulanza, mettere qualcosa di freddo sul punto della contusione, lasciare il corpo immobile e portare urgentemente l’infortunato in ospedale. Se il trauma è esposto, prima che arrivi l’ambulanza, occorre fermare la fuoriuscita del sangue dalla ferita, mettere una benda. In tutti e due casi non si devono dare i farmaci. Altrimenti si rischia di peggiorare la situazione.

Testa

Testa bambiniLe contusioni alla testa sono un fenomeno molto diffuso sui trampolini elastici. Succedono quando i bambini sbattono la fronte, fanno le capriole o sbattono la testa sulle superfici dure esposte della costruzione. Se il bambino si sente continuamente il mal di testa forte che non lo fa muovere, occorre portarlo subito al pronto soccorso, avendo trattato prima l’area del trauma con il ghiaccio.

Se ci sono anche i graffi ed ematomi, bisogna disinfettare la cute e fermare il sangue. Se il bambino è svenuto, non si deve cercare di ripristinare la coscienza usando l’impatto fisico, si possono utilizzare solamente i sali mentre si aspetta l’ambulanza.

Arti

Arti bambiniLe fratture delle braccia, spalle, caviglie, ossa delle gambe rappresentano il 90% dei casi delle fratture in quanto i bambini di solito cadono proprio su queste parti del corpo. Se il bambino ha avuto solamente una piccola contusione, si è leggermente graffiato e non sente dei dolori forti, non ci sono dei provvedimenti particolare da prendere:

  • si deve smettere di saltare;
  • disinfettare le lesioni;
  • trattare la cute lesa con qualcosa freddo.

Nel caso di un trauma grave alle ossa il bambino non riuscirà a muovere e sollevare gli arti, quindi bisogna rivolgersi al pronto soccorso.

Traumi sul trampolino negli adulti

Agli adulti accadono gli infortuni a causa della loro scarsa preparazione fisica e perché cercano di compiere i trucchi acrobatici senza pensare alle proprie capacità e al peso. I traumi più gravi sono quelli delle articolazioni nelle ginocchia. Sono molto difficili da curare. Vediamo quali parti del corpo degli adulti soffrono i traumi più frequenti.

Articolazioni

ArticolazioniI giovani dai 20 ai 35 anni spesso danneggiano le articolazioni cercando di effettuare il salto mortale indietro, capriole, fare la spaccata in aria oppure le mosse del balletto sul telo da salto. Spesso gli infortuni alle articolazioni accadono se un adulto salta sopra le barriere sui trampolini. I traumi ottenuti a causa degli scontri con le altre persone sono quelli più rari.

Nel caso delle lesioni alle articolazioni occorre chiamare l’ambulanza, evitare di muovere la zona lesa, trattarla con il ghiaccio e fissare la gamba.

Colonna vertebrale

Colonna vertebraleLe lesioni, lividi, fratture del coccige ed altri traumi alla colonna vertebrale vengono provocati da cadute ed atterraggi errati e dai tentativi di girarsi in aria. Inoltre, sono probabili nel caso del contatto con degli oggetti duri ed acuti. Se un adulto si è fatto male alla colonna vertebrale e non riesce ad alzarsi, bisogna garantire l’immobilità della schiena, chiamare 118 e portarlo al pronto soccorso.

Testa

TestaSe uno cerca di compiere dei trucchi acrobatici complicati effettuando il salto mortale, questi esperimenti possono finire con la commozione cerebrale, le contusioni oppure i traumi al collo. I provvedimenti successivi da fare sono gli stessi come nel caso dei traumi alla colonna vertebrale. Se fuoriesce sangue, bisogna fermarlo.

Le cause più diffuse dei traumi

Sia per gli adulti che per i bambini le cause dei traumi delle varie parti del corpo sono uguali. Di solito provengono dalla scarsa preparazione fisica della persona, dalle deformazioni della costruzione, dall’utilizzo del trampolino con il maltempo (vento forte, tempesta, pioggia, neve), dal saltare portando degli oggetti duri o acuti nelle tasche, con le scarpe. Altri motivi degli infortuni sono:

  1. Effettuare le capriole senza proteggere il collo.
  2. L’ubicazione del trampolino vicino alle fonti di un eventuale pericolo (strade, fili elettrici, alberi, staccionate, ecc.).
  3. Il territorio non è stato pulito dai frammenti di vetro e dagli oggetti acuti.
  4. Sotto il trampolino manca una copertura protettiva buona.
  5. Due o più persone usano il trampolino contemporaneamente.
  6. Giochi pericolosi sul telo da salto.

Spesso i giocattoli o altri oggetti estranei sulla superficie del telo possono pure provocare delle varie lesioni.

Conseguenze dei traumi

Le conseguenze degli infortuni che succedono sui trampolini elastici sono diverse: dalle piccole contusioni all’emorragia interna. Possono essere accompagnate anche dalle ricadute delle malattie croniche, quali l’emicrania, gastrite, ulcera e osteocondrosi. Nei casi della commozione cerebrale la persona sviene, viene colpita dall’amnesia, iperestesia, ematoma. Nel caso peggiore – l’edema cerebrale che rappresenta un vero pericolo alla vita della persona.

Le lesioni esposte, quali i graffi, ferite, ecc. sono pericolose per il rischio di infezioni, emorragie e contrattura nelle articolazioni. Le lussazioni dell’anca provocano lo schiacciamento delle arterie ed alterazione della circolazione del sangue. I traumi seri al collo causano lo shock, asfissia, arresto cardiaco, trombosi, ematoma pulsante, aneurisma ed emorragia abbondante.

Le contusioni dei muscoli hanno le conseguenze seguenti:

  • contrattura muscolare;
  • ematoma;
  • calcinosi;
  • ossificazione;
  • sostituzione dei muscoli con il tessuto fibroso;
  • miosite;
  • disturbi del funzionamento dei muscoli.

Lo strappo completo dei muscoli e articolazioni provoca la perdita della funzione contrattile. I traumi della gola e trachea apportano il pericolo alla respirazione e dell’arresto cardiaco. Le contusioni al petto causano gli ematomi intercostali, i disturbi gravi alla respirazione. Le lesioni della zona addominale possono causare l’emorragia intra-addominale, degli occhi – provocano l’enoftalmo, ptosi, oftalmoplegia, perdita parziale o completa di vista.

In generale, il trampolino elastico è un attrezzo pericoloso, sul quale saltando e giocando si possono ottenere dei graffi, lividi, fratture, strappi dei muscoli, lesioni alla colonna vertebrale ed alla testa. Per ridurre i rischi gli specialisti consigliano vivamente di optare per i trampolini elastici con la rete per bambini e per gli adulti di valutare bene le proprie capacità prima di iniziare a saltare.

Autore dell'articolo
Francesco Romano
Ciao a tutti! Da quando ho 24 anni lavoro come direttore del negozio di trampolini. Amo il mio lavoro perché i salti sul trampolino regalano tanta gioia e sollevano l’umore alle persone. Vorrei condividere la mia esperienza e conoscenza con tutti, ecco perchè ho creato questo sito. Se avete delle domande non esitate a chiedere nei commenti, e vi risponderò!